zorba 42

Made in Brescia 3

Zorba partecipa alla terza edizione del Made in Brescia con il brano 42.
Questo titolo atipico prende spunto da una delle scene più celebri del film “Guida galattica per autostoppisti” di  Garth Jennings con Martin Freeman, Mos Def e Zooey Deschanel.

E’ un brano che si interroga sul senso della vita, su quelle domande di senso che hanno sempre stimolato la ricerca di filosofi e uomini religiosi; quelle domande che non hanno mai avuto una risposta. Nel film il supercomputer “Pensiero Profondo” risponde alla domanda “Sull’Universo, la vita e tutto quanto” con “42”, come a dire che una risposta a queste domande vala l’altra. Come a dire che la vita non ha senso, e che siamo noi a cercarglielo in continuazione.

Testo “zorba 42”

Ho fatto un grosso grasso matrimonio con me stesso
E se non posso passo l’ossessione non ha senso
La cassa è a tempo e tu non hai la volvo del tuo vecchio
Il tempo passa io non invecchio ma evolvo
Non è il destino questa vita non è stata scritta
io non sto fermo ma cammino con la schiena dritta
il passato mi morde e ne sento la fitta
se ogni volta ho un nome nuovo è perché mi muovo troppo in fretta
nei libri e nei film i cattivi hanno voci distorte
ma in realtà diffida da ogni voce suadente
la mia voce è un corvo gracchia al sole nascente
la verità è un porto si apprezza con le tempeste
e voi grandi uomini che siete solo delle bestie
siete galli in cortile li a beccarvi le creste
la verità è una e non vi entra in quelle teste
sedotti con stupidità a passeggiare nel niente

Questa vita dice oh no
Devi scavarla nel buio come una talpa in metrò
Domanda senza risposta come in Rue Morgue
Tanto la risposta è una ed è 42
Questa vita dice oh no
Devi scavarla nel buio come una talpa in metrò
Domanda senza risposta come in Rue Morgue
Tanto la risposta è una ed è 42 

Siamo folli la rivolta ci rende felici
Anche le seghe mentali sono passatempi voyeristici
Corpo e mente piene di cicatrici
Causate da troppe nottate a skunk e alcolici
Padre perdonaci sappiamo quello che facciamo
Perdiamo ogni obiettivo ma ancora combattiamo
distruggiamo la vita ma ancora non molliamo
Cadrà il cielo ma noi non ce la battiamo
E’ come il viaggio di Dante
Più si avanza e più la pena è grande per chi scende
Sono l’esempio calzante di una sostanza dopante
Che solleva la massa leggera come un aliante
E in sostanza
Non serve violenza la salvezza è una carezza
O una valanga che cresce solo per forza d’inerzia
Siamo sciamani che sognano e ne fanno una danza
Alterati profetizziamo ed è l’ennesima devianza

Questa vita dice oh no
Devi scavarla nel buio come una talpa in metrò
Domanda senza risposta come in Rue Morgue
Tanto la risposta è una ed è 42
Questa vita dice oh no
Devi scavarla nel buio come una talpa in metrò
Domanda senza risposta come in Rue Morgue
Tanto la risposta è una ed è 42 

La risposta non è una divinità qualunque
Né Qualunquemente se qualunque mente mente
La domanda non è dare un senso a sto percorso
ma chiedermi senza reggo un discorso senza senso

The following two tabs change content below.
zorba

zorba

Art Director a Linea di Confine
Zorba fa rap a Brescia dal 1999, dal 2001 con la crew BCK. Con il gruppo Oceano delle Tempeste (Neko, Zorba e 2funk) ha pubblicato nel 2001 "Schiena vs Schiena". Da solista gli album "Musiche da Atlantide" (2005), "Prima legge di Murphy" (2007) e "Io dissento (Storia di un impiegato)" (2009) con lo pseudonimo di na1ke. Partecipa ai primi 4 volumi della compilation di hip hop bresciano Made in Brescia. Nel 2013 incontra Loopin e conosce Supa Kala, El Veterano e Bert, dal quale nasce il progetto SONS OF BABEL. Nel 2015 esce il suo ultimo album, Sogni fatti a mano.
zorba

Ultimi post di zorba (vedi tutti)


Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *